Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Un'aspirazione per le lingue di Francia

Nel dibattito che agita i media sulla riforma dei collegi, è molto trattata la questione dell'insegnamento del greco, del latino e del tedesco che è più o meno messo in pericolo, ma non si parla mai dello stato precario delle lingue dette regionali nell'ambito dell'insegnamento pubblico.
Esse rischiano, con la riforma, di essere completamente marginalizzate.
Il Partito della Nazione Occitana desidera richiamare la sua proposta di regionalizzazione dell'Educazione nazionale come già esiste nei « Länder » tedeschi.
Ciò significa che le nuove regioni risultanti dalla contestabilissima riforma territoriale avranno competenza, e i mezzi necessari, non solo sulla gestione degli edifici scolastici, ma potranno reclutare gli insegnanti e adottare parte dei programmi in modo da offrire a tutti i livelli in tutta l'Occitania un insegnamento della lingua e della civiltà occitana.

Sarà lo stesso per le altre lingue di Francia in Bretagna, nelle Fiandre di lingua olandese, in Alsazia, nel Paese basco, in Catalogna Nord e in Corsica.
I programmi del collegio dovranno egualmente prevedere che l'insegnamento della storia non passi più sotto silenzio la storia dei vinti e racconti le conquiste militari che hanno permesso l'estensione del reame di Francia e poi della Repubblica nonché il tentativo di sradicamento delle lingue di Francia fra l'altro con le leggi Jules Ferry.
Poichè questa ambiziosa proposta non ha alcuna possibilità d’essere accettata dal governo attuale, si dovrà difenderla in piazza sabato 24 ottobre nella grande manifestazione per la lingua occitana a Montpellier.
Il Partito della Nazione occitana ci sarà e lo farà.
25/05/2015

Partito della Nazione occitana : Riforma dei collegi

Partito della Nazione occitana : Riforma dei collegi

Tag(s) : #IT